Warning: mysql_get_server_info(): Can't connect to local MySQL server through socket '/var/lib/mysql/mysql.sock' (2) in /web/htdocs/www.fondazioneberro.it/home/wp-content/plugins/xml-google-maps/xmlgooglemaps_dbfunctions.php on line 10

Warning: mysql_get_server_info(): A link to the server could not be established in /web/htdocs/www.fondazioneberro.it/home/wp-content/plugins/xml-google-maps/xmlgooglemaps_dbfunctions.php on line 10

BENVENUTI!

Per accedere alla propria area personale inserire i dati di accesso

Buona navigazione

Member Login

Lost your password?

06/03/08 – Umberto Pelizzari: l’uomo delfino

6 Marzo 2008
By

Warning: mysql_get_server_info(): Can't connect to local MySQL server through socket '/var/lib/mysql/mysql.sock' (2) in /web/htdocs/www.fondazioneberro.it/home/wp-content/plugins/xml-google-maps/xmlgooglemaps_dbfunctions.php on line 10

Warning: mysql_get_server_info(): A link to the server could not be established in /web/htdocs/www.fondazioneberro.it/home/wp-content/plugins/xml-google-maps/xmlgooglemaps_dbfunctions.php on line 10

Umberto Pellizzari, l’uomo delfino

Umberto Pelizzari a Capri ha chiuso (??) in bellezza i suoi 11 anni di carriera agonistica con 19 primati all’attivo, compreso quest’ultimo, in assetto variabile regolamentato, (proprio quello che mancava al suo palmares ..), dopo i 150 metri “no limits” e gli 80” in assetto costante”dell’ottobre del 1999.
Quando riaffiora dopo 2 minuti e 44 secondi dal suo lungo viaggio nel blu, accompagnato dal team Sector, c’è ancora tensione.
Poi arriva la consapevolezza di aver vinto ancora una volta la sfida con la mente, oltre che fisica. Comunque, si tratta dell’ultima impresa.
“Credo che sia meglio andarsene da protagonisti, lasciando un bel ricordo anche se non è facile”, dice ancora con tanto fiato nei polmoni, mentre risale sulla barca appoggio, il motopeschereccio Santa Maria a Mare.Tante erano le barche presenti che hanno applaudito il campione lombardo, con oltre 250 persone.

“La storia dell’apnea è lunga e affascinante e solo negli ultimi 20 anni ha goduto di una certa notorietà. Nel 1949 Raimondo Bucher, un pluridecorato comandante dell’Aviazione Italiana, sfidò la medicina del tempo stabilendo proprio a Capri il primo record di apnea profonda in assetto costante (30 mt.), nonostante gli scienziati del tempo indicassero in 15 mt. il limite umano, oltre il quale la cassa toracica sarebbe implosa. E’ proprio in onore di questo straordinario personaggio e del luogo che lo ospitò, che ho voluto chiudere la mia carriera agonistica a Capri”.

Il 2001 è stato un anno magico: l’uscita del film IMAX OceanMen, la vittoria del Campionato Mondiale di Apnea per Nazioni a Ibiza ad inizio ottobre, la stesura del primo manuale illustrato di apnea “Corso di Apnea”  (Editrice: Mursia – Biblioteca del Mare), lo sviluppo definitivo di Apnea Academy che permetterà a tanti ragazzi e ragazze nel mondo di avvicinarsi a questo sport affascinante.

Pelizzari ha sempre subito il fascino dell’apnea ‘allenandosi’ fin da piccolo sui banchi di scuola: “Avevo otto anni – racconta – e fui sospeso per due giorni perchè spaventai la maestra trattenendo il fiato per tre minuti“.

E’ In acqua da quando aveva 5 anni e “campioncino” di nuoto fino ai 17, si è dedicato completamente alle sfide in apnea da quando, militare di leva nei Vigili del Fuoco, si trovava all’Elba per il servizio militare.
“Io pensavo di andare a pescare e invece Massimo Giudicelli – oggi ancora mio allenatore – mi ha portato verso l’apnea agonistica”.
“L’apnea è una scoperta graduale del proprio io, è un tuffo nell’anima che sembra assorbire l’universo. A questo livello si arriva per gradi, col tempo, l’autodisciplina, la costanza. Non ci sono ricette particolari, ci si deve allenare, e molto, non solo fisicamente, ma soprattutto mentalmente”.

Quindi, oltre alla corsa, ai pesi e all’esercizio specifico solo acquatico che impegnano la prima parte dei dieci mesi di preparazione al record, anche tecniche yoga imparate dal suo maestro Mayol.

Grazie a questo programma è arrivato a contare su una capacità polmonare di 7,9 litri e di 18 titoli mondiali (3 in apnea statica, 6 in assetto costante – discesa e risalita con le uniche proprie forze, 5 in assetto variabile – discesa con zavorra di 30 kg e risalita lungo il cavo, 4 in assetto variabile no limits – discesa con zavorra a peso libero e risalita con gonfiabili) e 3 ori ai Mondiali per Nazioni.
“L’unica cosa che mi potrebbe far tornare in acqua – ha commentato – è la sfida diretta con Pipin”, il cubano, suo rivale di sempre…

L'orologio in premio

Fra i presenti verrà estratto un orologio offerto dall’oreficeria Bissacco: un modello “Immersion Sub by Enzo Maiorca” (marca Stendardo) in acciaio, con scatola in radica e 3 cinturini: Acciaio, caucciù e pelle!!
L’appuntamento è per giovedì 6 marzo 2008, alle ore 21 presso il Centro Congressi don Ernesto Bordignon (quartiere Valsugana), via Bassano 16 a Castelfranco Veneto.

Per informazioni: info@fondazioneBerro.it oppure 3298681268

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.